MercurioBLOG

MercurioBLOG

Seed Capital – una proposta indecente

Il team sarà veramente così coeso ed affiatato?

Riusciranno veramente a sviluppare il prodotto? Riusciranno a lanciarlo sul mercato?

Avrà la risposta attesa dal mercato?

Queste domande sono tutte rischi aggiuntivi di finanziare un’idea anziché una StarUp con un prodotto che ha già ottenuto un minimo di riscontro sul mercato … e non sono affatto rischi trascurabili.

E’ per questo che non è affatto semplice trovare investitori disposti a finanziare le idee. Non in Italia ma neppure in USA dove, quelli bravi della Silicon Valley chiamano questo tipo di finanziamento il 3F Capital dove le tre F stanno per Family, Friends and Fools ovvero Familiari, Amici e Pazzi.

Quindi come fare?

Dove trovare il capitale per avviare l’azienda e per studiare e sviluppare il prodotto?

E’ veramente impossibile trovare risorse al di fuori della famiglia e della cerchia degli amici?

La nostra risposta è No, non è impossibile ma è molto, molto difficile.

Risponderete “adesso inizieranno a parlare dei pazzi?”, no, la risposta è CVC ma ne vogliamo trattare più avanti, tra qualche paragrafo. Per il momento vorremmo spigare altri due concetti.

Consideriamo il caso in cui i fondatori si sono frugati nelle tasche, i parenti hanno dato il loro contributo ed anche qualche amico facoltoso ha voluto contribuire, ci troviamo un gruzzoletto da spendere per partire come scongiurare il rischio di rimanere a secco di risorse prima del previsto? Ancora una volta la risposta sta in una buona pianificazione finanziaria. Andiamo a riprendere il modello previsionale e utilizziamolo bene, utilizziamolo come strumento per la pianificazione della spesa delle risorse disponibili. E’ l’unico modo per scongiurare il rischio dell’out of cash che è la principale causa di fallimento delle StartUp.

A questo punto molti si chiederanno:

 Quando potremo veramente e realisticamente pensare ad un primo round di finanziamento?

Quando la StartUp diventerà veramente attraente per gli investitori?

La risposta è “Traction”, ovvero la possibilità di documentare che il mercato ha recepito favorevolmente il prodotto. Fino a quando l’azienda non ha iniziato a registrare ricavi difficilmente potranno essere reperiti fondi sul mercato dei capitali.

 

Posted in StartUP.

Consulente direzionale, start up coach.

Rispondi